Botox Roma

 

 

La tossina botulinica, meglio conosciuta come Botox, è una proteina prodotta dal batterio Clostridium Botulinum è in grado di causare una paralisi flaccida dei muscoli ai quali viene somministrata. Esistono diversi sottotipi classificati con le lettere dalla A alla G. Isolata intorno agli anni 40-50 la tossina ha trovato utile impiego alla fine degli anni 80 in ortopedia e in oftalmologia per il trattamento dello strabismo. Dal 2002 la tossina è utilizzata in medicina estetica per il trattamento delle rughe frontali, glabellari (ossia tra le sopracciglia), peri oculari o zampe di galline, per l’iperidrosi palmare, plantare, ascellare. L’azione della tossina si esplica attraverso il blocco della produzione del neurotrasmettitore acetilcolina. In questo modo il muscolo non può contrarsi. In medicina estetica, meglio conosciuta come Botox, Vistabex, Azzalure la tossina di tipo A blocca la contrazione dei muscoli mimici del volto inibendone la contrazione e determinando la riduzione o la scomparsa delle rughe, senza influenzare l’espressione.

 

 

 

 

 

In cosa consiste il trattamento?

Il trattamento si effettua in ambulatorio con piccole iniezioni di sostanza utilizzando aghi molto sottili.La durata media di una seduta è di circa 20 minuti e l'iniezione avviene senza anestesia. Durante il trattamento con il Botox verrà chiesto di contrarre i muscoli facciali al fine di individuare i muscoli dove la tossina dovrà agire. Appena eseguita la seduta la zona trattata appare lievemente arrossata e leggermente dolente. Possono comparire, raramente, nei punti di inoculazione, piccoli ematomi che scompaiono nell’arco di pochi giorni.

   

Quali risultati si ottengono?

I risultati delle infiltrazioni di Botox cominciano ad essere visibili dopo 2-5 giorni dal trattamento e a distanza di un mese raggiungono la loro massima efficacia.

 

Quanto durano i risultati ottenuti?

L’effetto di paralisi è solo transitorio, infatti l’attività della tossina comincia ad attenuarsi dopo 3-4 mesi, per estinguersi completamente dopo 6 mesi.

  

Quali sono i possibili effetti collaterali? 

Il Botox non presenta particolari controindicazioni o complicanze. Raramente si possono verificare reazioni allergiche o abbassamento della palpebra superiore comunque reversibile in 3-4 settimane.

 

Chi non puo' sottoporsi al trattamento col Botox? 

Il Botulino non deve essere utilizzato da pazienti che soffrono di difficoltà respiratorie, ipersensibilità alla tossina botulinica di tipo A e pazienti a rischio di alterazione della trasmissione neuromuscolare. Nonostante non siano stati riscontrati effetti collateriali, il trattamento è sconsigliato anche a donne incinta o durante il periodo dell'allattamento.

 

C'è un'eta per sottoporsi al trattamento con Botox? 

Non esiste un'età precisa per sottoporsi ad interventi di botox. Generalmente però, è sconsigliato al di sotto dei 12 anni.

 

 

 

Richiedici maggiori informazioni

1000 caratteri rimanenti

luigi di girolamo

Consulenza gratuita

Prenota la tua consulenza gratuita con il Prof. Luigi Di Girolamo

Contattaci