Come curare la Psoriasi? | Le terapie più efficaci

 

Come curare la Psoriasi?

Come curare la psoriasi? Quali sono i suoi sintomi, le cause, come riconoscerla e cosa fare per combatterla?

Domande comuni che si chiede chi ne soffre o chi vede una persona cara soffrirne. E a soffrire di questo disturbo sono almeno 80 milioni di persone in tutto il mondo e, secondo le stime, il 2-3% della popolazione europea.

Di questi, il 10% è colpito da una forma grave o complicata di psoriasi che compare in diverse età: nel 59% dei casi, entro i 39 anni.

La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle

Generalmente a carattere cronico-recidivante, la psoriasi non è né infettiva né contagiosa.

Tante persone non si chiedono solo come si cura la psoriasi, ma anche se questa possa essere contagiosa.

Infatti, si può facilmente cadere nell’equivoco di credere lo sia, ma non è assolutamente così.

Quali sono le cause della psoriasi?

Come pure per altri disturbi (vedi ad esempio l’Herpes Zoster → link a post), le cause scatentanti la psoriasi non sono ancora del tutto chiare.

Anche in questo caso, tuttavia, si può individuare un nesso tra la psoriasi e un’alterazione del sistema immunitario.

L’alterazione interessa nello specifico un tipo di cellule – i linfociti T – che in condizioni normali hanno la funzione di proteggerci dai microrganismi che causano l’infiammazione e che favoriscono la riproduzione anomala ed eccessive delle cellule della pelle.

L’avamposto di questa situazione è la predisposizione genetica. Non è un caso, infatti, che circa il 30% delle persone affette da psoriasi ha almeno un familiare di primo grado con la stessa malattia.

Non sono solo i fattori genetici a causare la malattia. Oltre a questi, infatti, entrano in gioco:

  • fattori ambientali
  • eventi stressanti di natura fisica o mentale
  • traumi o lesioni della cute
  • infezioni (più di frequente, da streptococco).

Quali parti del corpo colpisce la psoriasi e come si riconosce?

La psoriasi può colpire qualsiasi zona del corpo. Malgrado ciò, generalmente compare sul cuoio capelluto, all’altezza del gomito, sulle ginocchia, sulla zona lombare della schiena, nella zona genitale, sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi.

A volte, nei casi di distrofia ungueale psoriasica (nel 50% dei casi di psoriasi), il disturbo colpisce le unghie delle mani e dei piedi. Sulla pelle compaiono chiazze spesse e rosse ricoperte da squame argentee.

Quali altri sintomi sono legati alla psoriasi?

Altri disturbi causati da questa malattia affliggono che ne soffre, come dolore e prurito, difficoltà di movimento articolare e stress emotivo.

Molto frequente è anche il caso delle infiammazioni delle articolazioni – artrite psoriasica.

Le stime registrate indicano che circa il 30% dei soggetti affetti da psoriasi (con un range che può andare da 6% al 48%) in seguito svilupperanno artrite psoriasica.

Come curare la Psoriasi?

Per fortuna, possiamo dire che attualmente esistono terapie e trattamenti farmacologici capaci di alleviare i sintomi e migliorare la malattia.

I farmaci a uso topico – ovvero da applicare sulla pelle – seppure non guariscono completamente da quella che è una patologia cronica, agiscono con efficacia nel far regredire la psoriasi smorzandone l’attività. Quindi, per trattarla in modo corretto è importante seguire una terapia costante e regolare.

Trattamento con Ossigeno-Ozonoterapia

Una cura naturale per la psoriasi è quella che vede l’intervento dell’Ozono somministrato in varie forme.

Sia chiaro che ‘cura naturale’ non vuole affatto dire meno efficace, perché l’Ossigeno-Ozono terapia non è una medicina alternativa, ma una vera e propria medicina convenzionale.

Ossigeno-Ozono somministrato con Infiltrazioni Sottocutanee

Grazie all’effetto curativo dell’Ozono (i cui benefici sono riscontrabili nel trattamento di numerose patologie) – che agisce nelle zone interessate da lesioni psoriasiche attraverso infiltrazioni sottocutanee – le lesioni da psoriasi iniziano a regredire dopo poche sedute portandosi via la fastidiosa sintomatologia, in modo particolare quella del prurito.

Accanto a questo metodo, si può anche applicare una crema specifica sulla parte, protetta da pellicola di plastica.

Infine, ogni due settimane ci si può sottoporre a una piccola o grande auto-emoinfusione per affrontare la probabile causa autoimmunitaria.

Non dimentichiamo, inoltre, quando ci si chiede come curare la psoriasi, che è fondamentale cercare di evitare il più possibile tutte quelle situazioni particolarmente stressanti e affaticanti che peggiorano la condizione.

Ozonoterapia e Personaggi famosi

Anche le modelle utilizzano l'ossigeno ozono terapia per la cellulite (ma non eccediamo nelle diete)

 scarica il codice etico