Come ridurre il grasso sull’addome con Ozonoterapia

Non è facile sbarazzarsene ed è anche rischioso per la salute. Il grasso che si deposita sulla pancia e sui fianchi è il più ostinato e difficile da eliminare. 

È anche quello più insidioso e antiestetico, causa della comparsa di patologie metaboliche e cardiovascolari, oltre che di forte imbarazzo sia per donne che per uomini con un addome voluminoso.
Dall’alimentazione all’attività fisica si tenta in tutti i modi di rimediare, ma non sempre è possibile vedere risultati efficaci. 
In questo articolo vediamo come ridurre il grasso sull’addome con Ozonoterapia. Un trattamento di medicina estetica che usa l’Ossigeno-Ozono per sciogliere gli acidi grassi.

Perché accumuliamo grasso nella zona addominale?

Accumuliamo grasso addominale per diversi motivi. Potremmo essere più o meno predisposti, ma sicuramente alcuni fattori restano fra le cause più ricorrenti:

● sedentarietà 

● alimentazione scorretta (es: eccesso di carboidrati, zuccheri e grassi)

● scarsa massa muscolare (carenza di esercizio fisico che rallenta il metabolismo e favorisce lo sviluppo della massa grassa)

● insulino-resistenza e diabete

● fattori ormonali (es: menopausa). 

Grasso addominale (viscerale) e grasso sottocutaneo

Parlando di grasso corporeo dobbiamo fare una distinzione tra grasso viscerale e grasso sottocutaneo.
Il grasso addominale o viscerale è quello che si deposita intorno agli organi e che porta conseguenze pericolose per la salute.
Il cuore fa più fatica a pompare sangue e aumentano la pressione e il battito cardiaco. Il grasso viscerale crea un meccanismo infiammatorio globale, causando col tempo anche un decadimento cognitivo.
Il grasso sottocutaneo non è pericoloso come quello viscerale, ma può esserne spia. E crea sicuramente disagio emotivo quando diventa eccessivo e visibile sulla pancia, sui glutei e sulle cosce. 

Il grasso addominale nella donna in menopausa

Nella donna in menopausa il grasso addominale tende ad aumentare a causa della diminuzione degli estrogeni. 
Questa condizione deve essere presa in seria considerazione con un atteggiamento attento e preventivo, per evitare problemi cardiovascolari.  
L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel controllo e nella riduzione del grasso addominale:
Ecco poche regole essenziali, a iniziare dalla tavola per finire con l’esercizio fisico: 

- preferire alimenti di origine vegetale e ridurre quelli di origine animale

- fare attenzione alle porzioni

- ridurre la glicemia: far posto a legumi, verdure crude e cotte che contengono fibra (che rallenta l’assorbimento del glucosio). 

- ridurre formaggi e salumi che contengono acidi grassi saturi che producono infiammazione

- fare esercizio fisico per aumentare la massa magra.

 L’attività motoria deve associarsi all’alimentazione per ridurre il grasso dall’addome. Ossigenare il fisico con il movimento è fondamentale per aumentare la massa magra e mantenere vivo il metabolismo con esercizi di resistenza e con attività cardio.E a proposito di ossigeno...

Ecco come ridurre il grasso dall’addome con Ozonoterapia

L’Ossigeno-Ozonoterapia in medicina estetica si applica per trattare diversi tipi di alterazioni estetiche, tra le quali: 

- adiposità locali

- cellulite

- capillari

- trattamenti Anti-Age, anti-radicali liberi e anti-invecchiamento. 

L’Ozonoterapia si può applicare per trattare le adiposità locali e per ridurre il ristagno dei liquidi negli arti inferiori.
L’Ossigeno-Ozono, infatti, svolge un’azione lipolitica, ovvero 1. scioglie i grassi; 2. riattiva il microcircolo capillare e il metabolismo tissutale locale per migliorare la circolazione veno-linfatica (effetto linfodrenante e antiedema); 3. stimola i vasi capillari e aumenta l’irrorazione nei tessuti.
Per quanto riguarda il grasso che si deposita sull’addome, l’effetto dell’Ozono agisce direttamente sugli acidi grassi che vengono scissi grazie alle sue proprietà. 

La somministrazione dell’Ossigeno-Ozono per le adiposità locali

Il trattamento prevede la somministrazione della miscela di Ossigeno-Ozono, opportunamente dosata e iniettata nel tessuto adiposo mediante un sottilissimo ago. 
In questo modo la sostanza riesce a sciogliere i grassi, riducendo il volume delle cellule che li contengono. 
Questa terapia – che si può ripetere 2 volte alla settimana per un numero di sedute da stabilire con il medico – è particolarmente indicata nel trattamento degli accumuli adiposi dovuti a fattori endocrini e metabolici, a uno stile di vita sedentario, o che risultino irrisolvibili con gli interventi dietetici e comportamentali.

 


 

 

Come ridurre il grasso sull’addome con Ozonoterapia
www.saintlouishospital.it

 

 

Ozonoterapia e Personaggi famosi

Anche le modelle utilizzano l'ossigeno ozono terapia per la cellulite (ma non eccediamo nelle diete)

 scarica il codice etico