Come curare la Couperose ed eliminare un disturbo fastidioso?

Soffri di couperose e non sai come eliminare questo inestetismo fastidioso e poco camuffabile? 
Se i rimedi che ti hanno consigliato fino a ora per eliminare i capillari e rallentarne la progressione non hanno funzionato, in questo articolo puoi scoprire come curare la couperose con i trattamenti più efficaci e meno invasivi.

 Cos’è la Couperose e quali sono le sue cause?

 

La couperose è un inestetismo cutaneo che colpisce alcune zone del volto, comportandone l’arrossamento (eritrosi) e la comparsa di quei piccoli capillari dilatati che si trovano sotto gli strati più superficiali della pelle (vasodilatazione del microcircolo venoso). 
La modificazione del tessuto connettivo delle pareti dei piccoli vasi sanguigni, che avviene a causa di alcuni fattori, fa sì che i capillari si manifestino e diventino evidenti a livello epidermico. 
Un disturbo solo estetico? Non sempre il disturbo si limita al semplice inestetismo. A volte, infatti, la couperose può nascondere qualcosa di più, ovvero la rosacea, una malattia dermatologica più complessa che può anche avere cause di tipo batterico.

 Le cause della Couperose

Le cause della couperose sono diverse e non mancano quei fattori di rischio che peggiorano il disturbo, rendendo sempre più numerosi i capillari. Ecco perché è fondamentale riuscire a trovare un trattamento davvero efficace nel ridurne la presenza. E non tutti i trattamenti funzionano. Per tornare alle cause, non sono note le cause precise che innescano questa reazione, né ci sono particolari patologie alla sua origine. 

Ci sono, però, delle condizioni scatenanti – come ad esempio una pelle più sensibile, la tendenza all’infiammazione cutanea e alla fragilità capillare – che predispongono alla comparsa della couperose e che incidono sullo stato di salute del derma, rendendolo meno compatto del normale. 

Come pure ci sono dei fattori di rischio legati allo stile di vita e alle condizioni ambientali. 

In sintesi:

- predisposizione genetica

- squilibri ormonali (nelle donne)

- carenza vitaminica

- età (quando i tessuti cutanei si assottigliano)

- stress e ansia

- disturbi digestivi

- basse temperature e sbalzi di temperatura (passaggio repentino dal caldo al freddo)

- esposizione ai raggi solari o a fonti di calore

- dieta alimentare scorretta (es: abuso di cibi piccanti e alcol).

 

Come si manifesta la Couperose?

Le zone più colpite dall’inestetismo sono le guance, la parete del naso, fronte, mento e collo.

Inizialmente si possono verificare episodi di arrossamento che via via diventano sempre più frequenti, fino a quando la vasodilatazione diventa cronica.

La couperose è caratterizzata dal rossore sul viso per la dilatazione dei piccoli vasi capillari, che comporta un maggior afflusso e ristagno di sangue nella pelle. 

I capillari sottili e di colore rosso bluastro — dal nome scientifico ‘Teleangectasie’ — compaiono sul viso e sono visibili attraverso la cute, accompagnati da rossore, prurito e bruciore.

Ma veniamo al punto per scoprire quali sono i metodi efficaci per curare la couperose.

 

Come curare la Couperose?

Chi ne soffre, vuole liberarsi dei capillari a fior di pelle ed evitare che il disturbo trascurato possa diventare cronico, con la conseguenza del rossore permanente sul volto. Naturalmente, ci sono misure preventive che possono migliorare la condizione ed evitarne il peggioramento: 

- dieta alimentare corretta

- una accurata protezione della pelle mediante creme specifiche

- l’attenzione a non esporsi a fonti di calore e raggi solari.

 

Per quanto riguarda l’eliminazione dei capillari, i trattamenti più rapidi ed efficaci al momento sono quelli basati prevalentemente sull’uso della laserterapia vascolare. 

Laserterapia per Couperose, un trattamento rapido e selettivo che non danneggia i tessuti circostanti

Come agisce la laserterapia? 
La laserterapia agisce sui capillari mediante un raggio luminoso che coagula i vasi dilatati senza danneggiare le zone circostanti, producendone il collassamento (chiusura). La lunghezza d’onda è quella specifica per il viso, che tiene conto della pelle più sottile. 

Il trattamento dura pochi minuti, si deve eseguire con una cadenza periodica da stabilire con il proprio medico in base alle aree da trattare, e non procura dolore se non un lieve pizzicore. 

IPL Luce Pulsata ad Alta Intensità per combattere la Couperose

Un altro metodo non invasivo per combattere la couperose è quello che impiega la tecnologia IPL – Luce Pulsata ad Alta Intensità –  che ha la caratteristica dell’emissione controllata di energia luminosa con frequenze diverse, a seconda della patologia da trattare. 

 Il trattamento viene eseguito attraverso un apparecchio simile al laser, che invia impulsi di luce a intervalli regolari in grado di agire negli strati più profondi della pelle.

La luce pulsata ad alta intensità viene utilizzata nella cura di vari inestetismi e problemi della pelle: macchie cutanee (link a post macchie della pelle), couperose, capillari, per la rimozione dei peli superflui in modo permanente e per il fotoringiovanimento

 

Come curare la Couperose
Saint Louis Hospital

Ozonoterapia e Personaggi famosi

Anche le modelle utilizzano l'ossigeno ozono terapia per la cellulite (ma non eccediamo nelle diete)

 scarica il codice etico